Risarcimento milionario per un marittimo vittima di amianto contro una delle compagnie petrolifere più conosciute al mondo.

Nel 2018 gli viene diagnosticato un mesotelioma maligno, causato dall’esposizione alle fibre di amianto avvenuto durante gli anni di lavoro sulle navi dell’allora California Transport Corporation.Una vita di lavoro duro, ma piena di soddisfazioni personali, V. sa bene che il suo destino è segnato, ma non molla.

V. è nato a Gaeta, un luogo in cui tanti sono i giovani che si imbarcano alla ricerca di un futuro migliore. Sale sulla prima nave nel 1950 con il ruolo di mozzo ed effettua il suo ultimo sbarco nell’agosto del 1977 come 1° “Ufficiale di coperta”. Il periodo di navigazione è dunque di 17 anni, due dei quali passati a bordo di navi americane.

Dal 1975 al 2006 V. lavora a terra, ricoprendo ruoli diversi ma sempre più importanti e sempre legati al tema della sicurezza dell’ambiente di lavoro in ambito navale e portuale.

Il giudizio viene incardinato nel 2019, presso la Corte Superiore del Texas, a Dallas, contro una compagnia armatoriale, ed altre compagnie citate in giudizio, quali responsabili degli allestimenti e/o di elementi meccanici e/o di coibentazione etc. presenti a bordo delle navi. Tra febbraio e marzo 2019 si tiene l’unica video-deposizione fatta in questo caso e durata nel complesso dieci giorni.

Il risarcimento complessivo riconosciuto ammonta a 1.500.000,00 $.

News

News

I traguardi del 2023

Nel corso dell’anno 2023, gli Avvocati dello Studio hanno consolidato l‘expertise nel diritto del lavoro, seguendo con successo importanti contenziosi in ambito giudiziale e stragiudiziale: